L'ORGANIZZAZIONE POST COVID-19?
PIÙ FLESSIBILE E VELOCE

Lo studio “Organizzazione 2020: rischio involuzione”, che ha messo sotto osservazione un campione di 560 tra executive e responsabili del personale di medie e grandi aziende, ha evidenziato la preferenza per un’organizzazione agile e collaborativa, dove le decisioni sono decentralizzate e prese a livello di team o di singolo individuo, le informazioni disponibili per tutti e dove la pratica dello smart working continuerà a essere tra le modalità di lavoro preferite. In questo ambito, il 25% dei partecipanti ritiene che nei prossimi anni le aziende di successo adotteranno un processo decisionale basato sull’assenso (il cosiddetto “Consent Decision Making”) mentre il 72% vede l’ufficio come un punto di incontro dove recarsi per lavorare in team o incontrarsi in presenza nelle rare occasioni in cui è necessario (solo il 28% del campione lo ritiene ancora l’ambiente di lavoro principale regolato da un orario di entrata e uscita).

Se questo sarà lo scenario futuro nessuno può prevederlo, ma quello che si può tranquillamente affermare è che l’organizzazione del lavoro e dei “luoghi di lavoro” è cambiata per sempre.

Le aziende dovranno adottare strategie che permettano di essere flessibili e veloci senza perdere di vista i principi che governano le moderne organizzazioni: vision condivisa, cultura aziendale, formazione continua, condivisione delle informazioni e sicurezza informatica.
La tecnologia sarà quindi il perno fondamentale attorno al quale queste strategie andranno implementate.

In quest’ottica anche gli spazi e gli strumenti (devices) di lavoro dovranno essere flessibili, ma le risorse dovranno essere accessibili da ogni luogo e condivise con tutti per non perdere la cultura di “Team” che è indispensabile per il successo delle nostre aziende. Possiamo quindi ipotizzare un abbandono molto veloce dei PC Desktop a favore di Laptop e Tablet; la necessità di dotarsi di periferiche multifunzione (scansione e stampa) in tutti i luoghi di lavoro (ufficio, smart-working, co-working area, ecc. ecc.); l’obbligo di condividere documenti, informazioni, contratti, discussioni e riunioni in un ambiente cloud.

Se le aziende utilizzassero la stessa logica usata fino a ieri per dotarsi o aggiornare questi strumenti, assisteremmo ad una duplicazione degli asset e dei relativi costi, alla coesistenza di più ambienti condivisi di lavoro (ad esempio O365 o Google, il documentale aziendale, il gestionale collegato in VPN, ecc. ecc.) che disorienterebbero gli utenti che non saprebbero più dove cercare e cosa cercare ciò che gli serve.

PUNTO DOC INTRODUCE LA PRIMA GAMMA DI MULTIFUNZIONI FLESSIBILI

Per venire incontro a queste nuove esigenze aziendali abbiamo lanciato la prima gamma di Device flessibili.
Cosa sono?
Dispositivi multifunzione di dimensioni ridotte ed impatto economico molto contenuto ideali per una installazione negli ambienti di smart-working, ma dotati della stessa tecnologia ConnectKey dei dispositivi di classe enterprise che troviamo installati negli uffici tradizionali.

Questi devices possono quindi “seguire” nel tempo diversi modelli di organizzazione del lavoro, che possono essere all’inizio prevalentemente basati sullo smart-working e in seguito più incentrati al lavoro in presenza. Ad ogni modo, a casa o in ufficio, non si rinuncia mai alle caratteristiche di fascia enterprise di cui devono essere dotati gli strumenti aziendali.

Inoltre, queste multifunzioni prediligono soprattutto le funzioni di “condivisione” come la scansione e sono tutte connessi direttamente agli ambienti cloud più diffusi; permettono agli utenti remoti di lavorare in un ambiente sicuro come quello che avrebbero stando in ufficio ed avere lo stesso servizio di manutenzione. Sono direttamente connessi alla nostra piattaforma cloud di document managment e workflow DocuShare Flex. 

E’ importante, infatti, ricordare che ciò che rende unici i dispositivi Xerox è la piattaforma ConnectKey di classe enterprise, che per la prima volta viene implementata in prodotti di gamma SO-HO. ConnectKey è sempre in evoluzione, permettendo ai dispositivi, che ne sono dotati, di essere sempre aggiornati e connessi alle più moderne tecnologie e di rispettare i più stringenti standard di sicurezza.

Scegliere questa famiglia di prodotti significa investire le proprie risorse avendo la garanzia di poterli sfruttare in base alla strategia di organizzazione del lavoro adottata e di poter cambiare quest’ultima con velocità non essendo legati a degli asset “rigidi” che mal si adattano ai cambiamenti.

Per concludere, la sicurezza e la flessibilità dei dispositivi Punto Doc permettono il continuo riutilizzo della tecnologia e l’adattabilità ai fattori esterni e interni l’azienda. Grazie a questi devices flessibili, possiamo garantire il vostro investimento per il futuro!

Scritto da Alessio Tarantino – CEO, Punto Doc S.r.l.

0 0 Voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti